FLIT: Matteo Corradini - Holokaust djevojaka / La Shoah delle ragazze

07.05.19. Događanja Središnja knjižnica

U utorak, 7. svibnja 2019. u u 18 sati u Središnjoj knjižnici održan je program Pričamo povijest - Matteo Corradini: Holokaust djevojaka.

Četiri različite žene koje spajaju bol i žudnja za životom. Četiri paralelne priče u povijesti holokausta, riječima koje nas vraćaju u prošlost. Anne Frank, Etty Hillesum, Ilse Weber, Inge Auerbacher: priče, misli, patnja mladih Židovki.

Martedì 7 maggio 2019 alle ore 18.00, presso la Biblioteca civica e sala di lettura di Pola, Matteo Corradini ha presentato il programma Storia e storie - Matteo Corradini: La Shoah delle ragazze.

Quattro donne diverse accomunate solo dal dolore e dalla voglia di vivere. Quattro storie parallele nella storia della Shoah, con parole che si richiamano e ritornano. Anne Frank, Etty Hillesum, Ilse Weber, Inge Auerbacher: storie, pensieri, dolori di giovani donne ebree.

Matteo Corradini

Doktor jezika i orijentalnih književnosti sa specijalizacijom na hebrejskom jeziku, bavi se didaktikom Sjećanja i istraživačkim projektima. Dobitnik je Nagrade Andersen 2018., u kategoriji kulture za djecu, od 2003. godine bavi se getom u Terezinu u Češkoj, prikuplja priče, predmete, glazbene instrumente. Jedan je od organizatora festivala Scrittoreincittà (Cuneo). Utemeljio je Kvartet Pavel Žalud i Trio Pavel Žalud te jedan od osnivača Instituta terezínských skladatelu (Terezín Composers Institute), priprema glazbene konferencije i bavi se kazališnom režijom. Među njegovim najnovijim djelima su roman Solo uno parola (Rizzoli), zatim Fu Stella (Lapis), urednik je izdanja Dnevnik Anne Frank (BUR) i memoara Inge Auerbacher (Io sono una stella, Bompiani), esej Il profumo dell’Eden (Giuntina). Njegov roman La repubblica delle farfalle (Rizzoli) objavio je u Njemačkoj RandomHouse.

Dottore in Lingue e Letterature Orientali con specializzazione in lingua ebraica, si occupa di didattica della Memoria e di progetti di espressione. Premio Andersen 2018 come Protagonista della cultura per l’infanzia, dal 2003 fa ricerca sul ghetto di Terezín, in Repubblica Ceca, recuperando storie, oggetti, strumenti musicali. È tra i curatori del festival scrittorincittà (Cuneo). Ha fondato il Pavel Žalud Quartet e il Pavel Žalud Trio in Italia ed è tra i fondatori dell’Institut terezínských skladatelu (Terezín Composers Institute) in Repubblica Ceca. Prepara conferenze musicali e regie teatrali. Tra i suoi ultimi libri, il romanzo Solo una parola (Rizzoli), l’opera in rima Fu Stella (Lapis), la cura del Diario di Anne Frank (BUR) e delle memorie di Inge Auerbacher (Io sono una stella, Bompiani), il saggio Il profumo dell’Eden (Giuntina). Il suo romanzo La repubblica delle farfalle (Rizzoli) è stato pubblicato in Germania dal gruppo RandomHouse.